Friendly T-shirt

Le Friendly T-shirt

Non una semplice maglietta, ma un progetto per costruire il mondo unito!

Dalla metà degli anni ‘80 ad oggi, sono più di 5000 i giovani provenienti da tutte le nazioni del mondo che si sono formati alla “Scuola Gen”, la scuola per i giovani che si trova nella Cittadella Internazionale di Loppiano, dove si impara a costruire la fraternità. 

I “gen” sono i giovani del Movimento dei Focolari che credono, costruiscono e vivono per un mondo unito. Sono milioni nel mondo, ma alcuni di loro si sentono chiamati ad approfondire ancora di più la cultura dell’unità, vivendo un’esperienza di fratellanza universale attraverso la Scuola Gen.

Da qualche anno, attraverso il Progetto “Friendly T-shirt”, è possibile aiutare i giovani provenienti dai paesi più poveri del mondo o da famiglie in grave difficoltà economica, a fare questa esperienza.

Infatti, questa scuola speciale vive e diffonde la cultura della fraternità per vincere le tensioni sociali, politiche e culturali diffuse nel mondo, preparando i giovani a diventarne a loro volta promotori nei rispettivi paesi.

Ogni anno, la Scuola Gen ospita una cinquantina di giovani, tra ragazzi e ragazze, che lasciano il proprio paese, la famiglia, gli amici, gli studi, anche il lavoro, per raggiungere Loppiano. I motivi che li spingono a questa scelta sono diversi, quanto lo è una persona dall’altra.

A Loppiano, un laboratorio multiculturale di fraternità permanente, i giovani hanno l’opportunità di vivere insieme mettendo in pratica la legge evangelica dell’amore reciproco, che sovrintende la vita della cittadella, facendo esperienza che è possibile costruire il mondo unito, partendo in primo luogo da se stessi.

Racconta Liz, che viene dalle Filippine:«Nel nostro appartamento, siamo 8 ragazze, provenienti da 6 paesi diversi. Prepariamo la cena a turno, a coppie. Una sera, toccava a Cathleen, della Germania. Aveva pensato di preparare i fagottini tedeschi chiamati maultaschen. Ma da sola non poteva farcela. Così, ci siamo messe al lavoro tutte insieme e ciascuna di noi ha interpretato i fagottini secondo la propria cultura: un fagottino sembrava un mandu coreano, un altro una empanada della Spagna, ecc.».

Conclude la sua compagna di casa: «Abbiamo vari background culturali, ma un linguaggio comune, che è l'amore. E siccome abbiamo fatto tutto insieme, i fagottini sono diventati una cena ancora più speciale per noi!».

Maria, una giovane spagnola che ha fatto l’esperienza della Scuola Gen l’anno scorso ha sintetizzato così i suoi pensieri e quelli dei suoi compagni d’avventura:«Abbiamo imparato ad andare oltre le nostre paure, i nostri limiti, i nostri pregiudizi per incontrare l’altro, i suoi bisogni, per amarlo. La Scuola Gen ci ha aiutato a capire di più chi siamo, e che ognuno di noi è un dono per l’altro. Quello che abbiamo sperimentato qui, più o meno perfettamente, è che è possibile costruire un mondo unito. E questo ci dà la forza e l’energia per portare questo modo di vivere anche a casa, nei nostri paesi, in qualunque posto andiamo, nel quotidiano, con ogni persona che incontreremo. Ho imparato che il mondo unito lo costruisco partendo da me stessa, quando riesco ad andare al di là di me, raccogliendo la sfida di fare il primo passo».

Chi fa una donazione alla Scuola Gen riceverà la T-shirt come simbolo di adesione al progetto e potrà scegliere tra quattro modelli diversi, con slogan che ben raccontano l’esperienza che si vive alla Scuola Gen: “UNIQUE SOUNDS”; “POINTS OF VIEW” ; “VARIOUS CULTURES”; “PARTS OF THE WHOLE”; “JUST ONE WORLD”.

Perché, riprende Liz:«Siamo di “varie culture”, possiamo avere “Punti di vista differenti” e nello stesso tempo riuscire a comporre insieme una melodia con l’ “unico suono” che è ognuno di noi, per questo ci sentiamo “parte di un insieme” più grande. Sì, perché la diversità è una ricchezza! E qui, a Loppiano, sperimentiamo che un mondo unito e di pace è possibile, come abbiamo riportato sulle T-shirt con il motto “Just one world” e con #loppianoexperience».

Ecco il valore nascosto di ogni friendly t-shirt.

Per aderire al progetto basta visitare la pagina facebook @friendlytshirt o Instagram:  #friendlytshirt.